• In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 182 registrato il 28 aprile 2016, 21:09
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Salve Anonymous !


Benvenuto sul Forum di Archeologia. L'Archeologia in rete: il passato a portata di mouse! La comunità online degli archeologi italiani e di tutti gli appassionati d'antichità. Unisciti a noi, l'iscrizione è veloce e gratuita, non mancare!
 

Forum Archeologia Sottoscrivi i nostri aggiornamenti RSS  Condividi  

Dallo scavo alla rete, oltre il web 2.0.
Questo forum di archeologia vuole essere il punto di riferimento per gli archeologi e gli appassionati della materia. Una comunità aperta, indipendente, fatta dagli archeologi per gli archeologi, secondo il principio della condivisione libera. Unisciti e porta il tuo contributo per accrescere i contenuti della piattaforma ed arricchire le tue conoscenze!

Antica Roma

Cloaca Maxima trovato muro dell'epoca dei Tarquini

L'Urbs per eccellenza del mondo antico

Re: Cloaca Maxima trovato muro dell'epoca dei Tarquini

Postda zilc » 5 marzo 2012, 22:25

Daccordo.
Trovo che il 24 marzo, alle ore 18.00, presso la British Scool: "La Cloaca Maxima tra la Subura e il Foro Romano. Le nuove indagini", relatori Elisabetta Bianchi, e Luca Antognoli, saranno esposti gli studi effettuati a partire dal 2006 all'interno della Cloaca Maxima.

Io non ci sarò, ma qualcosa dovrebbe uscire sulla stampa o su internet.
E spero che venga posta anche la domanda sulla copertura.

A presto
zilc
"…purtroppo quelli che scavano e non pubblicano i risultati delle loro scoperte, continuano a godere credito e non vengono considerati quello che invece sono, cioè “Criminali Accademici”.
Rhys Carpenter
zilc
Pretoriano
Pretoriano
 
Posts: 302
Iscritto il: 8 aprile 2011, 8:25

Cloaca Maxima: conferenza?

Postda zilc » 26 marzo 2012, 14:12

Possibile che non sia uscito niente su questa conferenza? Non sono riuscito a trovare nulla.

Eppure

"24 marzo, alle ore 18.00: "La Cloaca Maxima tra la Subura e il Foro Romano. Le nuove indagini", relatori Elisabetta Bianchi, archeologa della Sovraintendenza Capitolina e il nostro Luca Antognoli, saranno esposti gli studi effettuati a partire dal 2006 all'interno della Cloaca Maxima. Numerosi sopralluoghi hanno permesso una nuova e completa analisi di tutte le strutture. Sono stati realizzati nuovi rilievi durante esplorazioni di parti finora non note della Cloaca Massima, possibili grazie alle tecniche di speleologia archeologica. Tali indagini hanno permesso di chiarire finalmente le fasi costruttive del monumento, dalla prima costruzione in età regia alla sua trasformazione attraverso i secoli in una rete fognaria monumentale ed estremamente ramificata in grado di drenare le acque di smaltimento dell'intera città. Presso la British School at Rome"
Diceva facebucche, http://it-it.facebook.com/permalink.php ... 7992219497
"…purtroppo quelli che scavano e non pubblicano i risultati delle loro scoperte, continuano a godere credito e non vengono considerati quello che invece sono, cioè “Criminali Accademici”.
Rhys Carpenter
zilc
Pretoriano
Pretoriano
 
Posts: 302
Iscritto il: 8 aprile 2011, 8:25

Cloaca: la testimonianza di Tito Livio

Postda zilc » 6 luglio 2014, 15:50

Quando Benno e i Galli, saccheggiata e distrutta Roma e ottenuto un immenso riscatto, se ne furono andati, i romani erano incerti se spostarsi a Veio o ricostruire la città ridotta in macerie.
Decisero di restare, ma nella frettolosa ricostruzione non sapevano più dove passassero le strade e la Cloaca, tanto da ricostruire senza un piano regolatore sulle strade e sui canali che evidentemente erano sotterranei. Siamo nel 389 ac.


Tito Livio, ab urbe condita, V

Antiquata deinde lege, promisce urbs aedificari coepta. Tegula publice praebita est; saxi materiaeque caedendae unde quisque vellet ius factum, praedibus acceptis eo anno aedificia perfecturos. Festinatio curam exemit vicos dirigendi, dum omisso sui alienique discrimine in vacuo aedificant. Ea est causa ut veteres cloacae, primo per publicum ductae, nunc privata passim subeant tecta, formaque urbis sit occupatae magis quam divisae similis.



Respinta quindi la proposta di legge [di abbandonare Roma e stabilirsi a Veio, nota mia], si iniziò a riedificare la città senza un preciso progetto. Le tegole per i tetti vennero fornite a spese dello stato. Ognuno venne autorizzato a prender pietre e tagliar legname dovunque avesse voluto, a patto però di completare gli edifici entro la fine dell'anno. La fretta liberò dalla preoccupazione di tracciare vie diritte, e tutti, non essendoci più alcuna distinzione tra le proprie e le altrui proprietà, costruivano là dove trovavano spazi liberi. Ecco la ragione per cui le antiche cloache, un tempo condotte SOTTO le pubbliche vie, oggi passano in più punti SOTTO le case private, e la pianta di Roma somiglia a quella di una città nella quale il terreno sia stato occupato a casaccio più che diviso secondo un piano determinato.
"…purtroppo quelli che scavano e non pubblicano i risultati delle loro scoperte, continuano a godere credito e non vengono considerati quello che invece sono, cioè “Criminali Accademici”.
Rhys Carpenter
zilc
Pretoriano
Pretoriano
 
Posts: 302
Iscritto il: 8 aprile 2011, 8:25

Re: Cloaca Maxima trovato muro dell'epoca dei Tarquini

Postda Simone82 » 28 luglio 2014, 9:04

Su Academia il primo articolo della dott.ssa Bianchi oramai datato 2009 su Studi Romani:
http://www.academia.edu/1270437/La_Cloa ... oro_Romano
Di seguito quello su Studi Romani del 2010:
http://www.academia.edu/3749059/Foro_ro ... aca_Maxima

Mentre l'ultimo su Musiva & sectilia purtroppo non è presente su Academia, almeno non ancora :)
Immagine
Avatar utente
Simone82
Fondatore
Fondatore
 
Posts: 276
Iscritto il: 8 aprile 2011, 8:00
Località: Roma

Precedente

Torna a Antica Roma

cron

Login