• In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 182 registrato il 28 aprile 2016, 21:09
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Salve Anonymous !


Benvenuto sul Forum di Archeologia. L'Archeologia in rete: il passato a portata di mouse! La comunità online degli archeologi italiani e di tutti gli appassionati d'antichità. Unisciti a noi, l'iscrizione è veloce e gratuita, non mancare!
 

Forum Archeologia Sottoscrivi i nostri aggiornamenti RSS  Condividi  

Dallo scavo alla rete, oltre il web 2.0.
Questo forum di archeologia vuole essere il punto di riferimento per gli archeologi e gli appassionati della materia. Una comunità aperta, indipendente, fatta dagli archeologi per gli archeologi, secondo il principio della condivisione libera. Unisciti e porta il tuo contributo per accrescere i contenuti della piattaforma ed arricchire le tue conoscenze!

Antica Roma

Nuovo crollo a Pompei

L'Urbs per eccellenza del mondo antico

Nuovo crollo a Pompei

Postda FRANCIS » 22 dicembre 2011, 17:15

Non posso esimermi dal riportare il titolo di un nuovo crollo avvenuto a Pompei, in questo anno che sta per concludersi. Qualche giorno fa avevo dato notizia dell'imminente ampliamento del numero di archeologi e tecnici destinati al sito archeologico.

Questo nuovo crollo, però, a parer mio esprime ancora una volta l'urgenza di intervenire, salvando quel che necessita di cura, attenzione, salvaguardia.
Non credo si possa continuare ad ignorare la condizione dei vari siti che sorgono sul territorio nazionale. Intervenire è un imperativo, è d'obbligo!

Saluti,

Francis
"Cogito ergo sum"
Cartesio
FRANCIS
Oplita
Oplita
 
Posts: 58
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 11:03

Crolla a Pompei un pilastro della domus di L. Tiburtino

Postda Simone82 » 24 dicembre 2011, 16:31

Aggiungo che si tratta di una colonna del pergolato della casa cd. di Loreio Tiburtino, lungo via dell'Abbondanza, domus suggestiva tanto da essere inserita nelle visite notturne dell'antica città.
La soprintendente Cinquantaquattro ha affermato che l'intera Insula II (dove si trova la casa) è tra le priorità degli interventi che partiranno il prima possibile, si spera entro metà 2012 per quanto riguarda la tranche di 105 milioni di euro inviati dall'UE.
Ciò che dà fastidio è che ancora una volta, come l'anno scorso, a crollare sono situazioni già restaurate in tempi relativamente recenti: la domus in oggetto era stata restaurata agli inizi degli anni '80 del secolo scorso, sono passati dunque appena una trentina d'anni eppure le piogge torrenziali che anche questo autunno hanno colpito la zona continuano a far danni. Mi riesce difficile pensare che un restauro compiuto pochi decenni or sono duri meno di muri di 2000 anni fa che stanno in piedi oramai da secoli. Un restauro non può durare meno di 50 anni, altrimenti all'Italia non basterà neanche il 20% del PIL per tenere in sicurezza il suo patrimonio.
Qui un rilancio di agenzia:
Nuovo crollo a Pompei, danneggiata una delle domus più suggestive

Colgo l'occasione per ricordare che mentre ancora si litiga sui modi d'intervento legati al restauro della Domus Aurea, quelli del Colosseo finanziati privatamente da Della Valle dovrebbero partire ad inizio 2012, subito dopo il termine della mostra di Nerone.
Immagine
Avatar utente
Simone82
Fondatore
Fondatore
 
Posts: 276
Iscritto il: 8 aprile 2011, 8:00
Località: Roma

Nuovo crollo a Pompei: pilastro della domus di L. Tiburtino

Postda FRANCIS » 24 dicembre 2011, 20:50

Caro Simone82,

cosa potrei aggiungere alla tua analisi - sempre precisa e puntuale - riguardante la nostra situazione?
Illustri con competenza la triste realtà nella quale ci ritroviamo. La descrizione del sito nel quale è avvenuto il nuovo crollo, inoltre, conferma l'emergenza alla quale mi appellavo.

Ho appreso della notizia circa l'intervento annunciato per metà 2012, unitamente alla somma stanziata da Bruxelles per permettere - finalmente - una qualche cura, seppur tardiva, dell'area archeologica. Spero non siano soltanto sterili annunci, ma in qualcosa che possa concretizzarsi al più presto.

Hai perfettamente ragione, caro Simone82, quando tratti l'argomento facendo un accostamento tra l'eccezionalità degli antichi costruttori rispetto alla mediocrità degli attuali... Duemila anni di grandezza perdutasi nei meandri della nostra burocrazia paralizzante e paralizzata! Come non sottoscrivere quanto affermi! Sono anni che mi soffermo su queste assurdità borboniche che non permettono al Paese di evolvere e, con esso, gli stessi cittadini ampliare il proprio orizzonte. La realtà ci parla di uno Stato borbonico, nel quale i cosiddetti burocrati pascolano liberamente. Non soltanto con scarsa efficienza, ma impedendo ad altri - animati, forse, di passione - di adoperarsi per questo Paese. Potrei scrivere una infinità di esempi, tuttavia preferisco trattare l'argomento dell'archeologia, decisamente assai più interessante!

Il discorso del Colosseo - altro celebre simbolo dell'Impero - dovrebbe solo indurre coloro che avrebbero il compito di occuparsene a rinnovare totalmente il metodo d'approccio alla questione; questo, tuttavia, dovrebbe anche implicare un mutamento della stessa mentalità... e questo, credimi, sembra essere una vera e propria "missione impossibile".

Confido in ragazzi come te, caro Simone82, affinché il Paese possa risollevarsi non soltanto economicamente, bensì anche culturalmente, nell'accezione migliore del termine... Una rinascita veramente consapevole di questo Paese non è soltanto augurabile od auspicabile, ma diviene una sorta di strada obbligata per non soccombere insieme al nostro immenso patrimonio.

Rinnovo l'augurio di un sereno Natale!

Francis
"Cogito ergo sum"
Cartesio
FRANCIS
Oplita
Oplita
 
Posts: 58
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 11:03


Torna a Antica Roma

cron

Login